ritratto nipotina
ritratto nipotina
autoritratto
autoritratto
Giovanni Allevi
Giovanni Allevi
piazza vecchia
piazza vecchia
re triste
re triste
riflessi
riflessi
IMG_4274
IMG_4274
IMG_4611
IMG_4611
IMG_5205
IMG_5205
in autunno
in autunno
tramonto
tramonto
volo radente
volo radente
IMG_4815
IMG_4815
IMG_5002
IMG_5002
IMG_5033
IMG_5033
IMG_4624
IMG_4624
IMG_4634
IMG_4634
IMG_4723
IMG_4723
IMG_4793
IMG_4793
IMG_4805
IMG_4805

Mi chiamo Silvano Filippini Fantoni e sono pro-nipote (da parte di padre: il defunto giornalista Nino) del celebre pittore del ‘900 Achille Filippini Fantoni, delle cui opere è stata allestita una mostra postuma (una quindicina di anni fa) presso il Circolo Artistico Bergamasco, nella sala di via Pignolo. Alcune sue opere si trovano presso la pinacoteca dell’Accademia Carrara.
Sono anche nipote (da parte di madre) del pittore nembrese Giovanni Rodigari che, tra le altre opere, ha lasciato gli affreschi del santuario dello Zuccarello, sopra Nembro, da poco restaurati.

E’ probabile che una briciola del DNA di entrambi sia finita nel mio, visto che sin da bambino prediligevo il disegno e la pittura.
Il mio primo maestro è stato quello delle elementari che aveva l’hobby della pittura, mentre alle scuole medie ho avuto come insegnante di disegno il compianto scultore Piero Brolis e durante le superiori sono stato allievo del pittore Piero Urbani.
Da loro ho ereditato un genere di pittura impressionista dai toni tenui ed ombrosi.
In quel periodo ho partecipato ad alcune mostre estemporanee: a Nembro e a Castione della Presolana. Ho anche inviato mie opere alle varie mostre studentesche di Bergamo mentre frequentavo l’Istituto per Geometri e, a 17 anni, sono stato premiato con il terzo posto alla mostra nazionale studentesca presso la permanente di Milano, con l’opera “ S.Agostino”.

A 18 anni ho abbandonato l’arte del dipingere per dedicarmi allo sport, sia come giocatore di basket presso la storica ALPE, sia come insegnante di educazione fisica (dopo aver frequentato l’ISEF di Milano) e allenatore dalla serie A al Minibasket di cui mi occupo tuttora.

Solo dal 2006, in vista della pensione, ho ripreso in mano i pennelli, ma sono ancora alla ricerca di uno stile personale e, per il momento, oserei definirmi “impressionista un po’ naif”.
Ho partecipato alla mostra collettiva a scopo benefico (padre Pedro) dell’ottobre 2007 presso l’ex ateneo di Bergamo con l’opera “scorcio di città alta”.

Ho tenuto una personale nel novembre 2008 presso la galleria “Borgo d’oro” in borgo S.Caterina, dal titolo Ieri, Oggi e Domani nella quale ho esposto opere del periodo giovanile e quelle attuali, comprese alcune sugli sport, rivisitati in modo personale.

Nel 2009 ho preso parte alla mostra collettiva di Vevey in Svizzera presso la Galleria Zabbeni. Un mio quadro ha avuto l’onore di venire esposto tra opere di pittori famosi quali Mirò, Magritte, Warhol, ecc.

Nel novembre 2010 ho preso parte (con due opere) sul tema “i colori della mia terra” alla settima edizione del Trofeo Moroni, concorso pittorico internazionale che ha ricevuto anche il patrocinio dell’OPE (Osservatorio Parlamentare Europeo per la crescita culturale), piazzandomi al decimo posto su 120 concorrenti.
Nel dicembre 2010 ho inaugurato la mia seconda mostra personale dal titolo “quando la natura si veste d’astratto” in cui ho esposto tele che riproducono elaborazioni di soggetti naturali in modo che assumano sensazioni di astrattismo, oltre ad alcuni scorci di Bergamo.

Nella primavera del 2011 mi sono iscritto al Circolo Artistico Bergamasco ed ho partecipato alla nona edizione del Concorso pittorico di Pradalunga con una tela che riproduce il santuario di Gavarno e la valle sottostante.
Ho preso parte anche alla collettiva d’estate organizzata dal circolo artistico e alla Prima edizione del concorso estemporaneo di Parre (Parre in arte) nel quale la mia opera (Parre dall’alto) è rientrata  tra le otto segnalate su 47 concorrenti.
Ad ottobre 2011 ho preso parte alla sedicesima edizione del concorso nazionale di Martinengo cui hanno partecipato più di 60 artisti.
Nel mese di novembre 20 opere sono state esposte al Caffè Bazzini ed riguardavano due temi: Natura un po’ astratta e sport.

A gennaio 2012 ho partecipato con sette opere (temi vari) ad una collettiva presso il circolo artistico.
Nel mese di marzo ho partecipato alla mostra collettiva sul tema della donna organizzata dal Circolo Artistico presso la sala Manzù.

                                                                silvano filippini fantoni  (Fanfi)

E-mail : silvano.filippini@cyberg.it  - recapiti telefonici Casa:035360439 - Cell.: 3480345210